Autore Sara Fabbri :: 23 Marzo 2015

Per scegliere un perfetto fondotinta bisogna cercare la giusta tonalità per la vostra pelle, anche se la ricerca potrebbe non essere facile.

Scegliere il fondotinta

Categoria: 

La selezione della texture e della nuance adatte, relative al fondotinta, non è cosa semplice, ma dovrete sforzarvi di trovarla perché è uno step fondamentale nella creazione di un make up perfetto, naturale e gradevole da portare.

Gli obiettivi principali da porvi sono, infatti, due: mantenere la pelle idratata anche col trucco ed evitare l’effetto maschera che troppo spesso capita di vedere e che fa sempre una cattiva impressione.

Ecco quindi i criteri da tenere presenti per la scelta del vostro fondotinta:

Considerate il vostro tipo di pelle, grassa, mista, normale o secca?
Se la vostra pelle tende a essere lucida e presenta spesso comedoni, prediligete un fondotinta minerale o compatto in polvere con effetto opacizzante; nel caso in cui, invece, la vostra cute sia arida e abbia la predisposizione a screpolarsi facilmente arrossandosi e a desquamarsi, optate per prodotti in crema o fluidi, preferibilmente con fattori idratanti e nutrienti. Infine, qualora la vostra pelle sia normale, andranno benissimo quelli fluidi.

Scegliete il colore giusto
Talvolta si tende a comprare una tonalità più scura per non sembrare troppo pallide, ma questo è un’ingenuità perché crea subito un aspetto artificiale, perché, anche se viene ben sfumato sul collo, salta immediatamente all’occhio la differenza di colore col resto del corpo e la dissonanza con il colore dei capelli e degli occhi. Perciò, il colore giusto è quello che più si avvicina al vostro incarnato. Come fare a capire qual è?

Sono due i fattori da tenere presenti: sottotono e tonalità
Il sottotono può essere rosato o freddo, ovvero quello proprio delle pelli nordiche, neutro tipico di quelle centroeuropee o dorato o caldo caratteristico dell’area mediterranea. Se avete la vostra pelle si scotta con facilità e le vostre vene tendono al blu allora appartenete al primo tipo; chi invece si abbronza senza problemi, e ha vene tendenti al verde, appartiene al terzo. Il secondo, ovviamente, è una via di mezzo.

La tonalità riguarda la concentrazione del colore e va dal pallido tendente al bianco cui corrispondono i fondotinta rosati, all’incarnato chiaro delle bionde e delle castane chiare per cui sono adatti i beige; dalla pelle mediterranea olivastra che sceglieranno tonalità dorate, alle pelli molto scure, abbronzate anche africane che, invece, opteranno per prodotti aranciati.

Provatelo
Non acquistate il fondotinta senza prima averlo provato perché le diverse case produttrici tendono a interpretare le nuance in modo peculiare, per cui è sempre bene applicare un po’ di prodotto sulla mascella, tra il collo e il viso, possibilmente osservando il colore alla luce naturale. Dovreste, inoltre, verificarne la consistenza, la coprenza e il risultato che ha sulla pelle.

Potete dare un'occhiata al seguente link, dove troverete i consigli di ClioMakeUp sull'argomento.

Facebook Comments Box