Autore Sara Fabbri :: 13 Marzo 2015

Esistono molti modi per valorizzare la forma del proprio fisico con abiti adeguati che vi faranno apparire al meglio delle vostre possibilità.

Valorizzare la forma del corpo

Categoria: 

Purtroppo poche, pochissime hanno un fisico perfetto, e ancora meno si piacciono e si accettano così come sono, ma ci sono dei semplici accorgimenti che possono aiutare a minimizzare i difetti e valorizzare i punti forti.

Esistono cinque tipi fondamentali che distinguono le possibili silhouette:

1. La forma a triangolo o a pera, propria di chi ha i fianchi e il fondoschiena abbondanti e il busto piuttosto stretto;

2. Quella a triangolo invertito è caratterizzata da spalle larghe e fianchi relativamente stretti, spesso con un seno prosperoso e arti sottili;

3. Il rettangolo, invece, è il profilo di chi è esile, con spalle e fianchi all’incirca della stessa larghezza e poco formosa;

4. La clessidra è il famoso 90-60-90 con vita molto segnata e fianchi e seno generosi;

5. La forma a cerchio o a mela è quella in cui rientrano le donne con spalle e fianchi di larghezza simile, ma con il punto vita poco segnato e gambe snelle.

Generalmente, i vari periodi storici tendono ad affincarsi a una di queste tipologie: negli anni cinquanta e sessanta andava la donna a clessidra; i settanta hanno visto la moda andare all’opposto, preferendo donne poco formose; gli anni ottanta sono stati il trionfo della forma a triangolo, testimoniato dalla proliferazione delle spalline; a cavallo del cambio di secolo si sono decisamente affermate le modelle a rettangolo.

Come valorizzare, quindi, ciascuna tipologia?

Triangolo: per riequilibrare la figura evitate l’abbigliamento oversize, gonne e pantaloni troppo stretch e tessuti troppo morbidi che segnano molto le forme, come la seta. Valorizzate invece la parte superiore con tessuti, colori e fantasie vistose, con maniche a sbuffo o top da allacciare dietro il collo, perfetti gli abiti stile anni 50.

Triangolo invertito: perfette le gonne e i pantaloni ampi e morbidi, con tinte forti e lavorazioni particolari che attirino l’occhio sulla parte inferiore del corpo; è, inoltre, preferibile optare per la vita alta. State alla larga da magliette e abiti che lasciano le spalle scoperte o troppo attillati.

Rettangolo: vi servono le curve, perciò scolli ampi tondi o a cuore, largo a stoffe svolazzanti e morbide anche a più strati. Non usate vestiti uniformi troppo ampi o troppo stretti che non si stringono in vita.

Clessidra: assecondate le vostre curve sottolineando la vostra vita stretta con vestiti fascianti, gonne e pantaloni a vita alta, giacche che segnano il punto vita a e cinture. Tutto ciò, invece, che è ampio e non sagomato, come tuniche, maglioni mascolini e pantaloni larghi non vi donerà e tenderà anzi a farvi apparire sovrappeso.

Cerchio: dovete slanciare la figura, assottigliarla, perciò evitate copri spalle, giacche corte, gonne a pieghe e cinture strette in vita. Usate piuttosto pantaloni con la gamba dritta, scollature a V perfetti quelli in stile impero, minigonne e per la parte superiore puntate su tessuti morbidi e lunghi che arrivino oltre la vita in modo da metterla in secondo piano.

Facebook Comments Box