Autore Sara Fabbri :: 31 Marzo 2015

Per parlare in modo efficace con gli uomini serve innanzitutto comprendere che l'uomo e la donna ragionano in modo del tutto diverso, fraintendendosi spesso.

3 consigli per poter parlare in modo efficace con gli uomini

Grado di difficoltà: 

3

Tanto per cominciare, rassicuratevi, i problemi di comunicazione tra uomini e donne sono quasi fisiologici, nel senso che i cervelli maschili e quelli femminili si sono evoluti diversamente. Ciò non significa che non ci siano delle soluzioni: disponibilità, flessibilità e comprensione.

Nel tempo, le donne hanno sviluppato la propensione alla comunicazione dei sentimenti e la capacità di intuirli; perciò, essendo naturalmente portate per l'intimità e per l'analisi e l'espressione dei sentimenti, spesso si lamentano perché gli uomini non le ascoltano.

I maschi, dal canto loro, sono più portati per la logica e l'orientamento, e sentono la forte necessità di esercitare queste capacità trovando da soli soluzioni e vie per raggiungere le loro mete e sentirsi realizzati. Non vogliono essere aiutati a migliorare; se decidono di farlo, vogliono riuscirci da soli, per questo, quando le donne si impegnano per aiutarli, loro si sentono soffocati e le accusano di volerli cambiare.

In realtà, entrambi hanno ragione e torto allo stesso tempo; purtroppo i due sessi esprimono il loro amore in modo diverso e questo dà luogo a fraintendimenti.

Per risolvere questa difficoltà, sia nella coppia, sia nell'approccio, dovete tenere a mente che gli uomini sono diversi. Voi volete essere capite, loro vogliono essere apprezzati, quindi, quando voi dite che siete stanche, non volete che lui vi porti a casa, ma solo che vi dica "Oh, certo, la giornata è stata pesante, sarai distrutta". Allo stesso modo, quando lui dice che è stato sveglio tutta la notte per consegnare un lavoro, non vuole sentirsi dire che non deve farsi mettere i piedi in testa dal capo, bensì "Bravo! Ce l'hai fatta, anche se te l'hanno assegnato anche all'ultimo momento. Non è da tutti."

Una volta comprese e accettate le differenze, sono tre i passi da seguire:

1) Disponibilità al dialogo, a parlare di voi stesse e ad ascoltare lui; ma non solo, cercate i punti in comune e quelli positivi e concentratevi su quelli.

2) Flessibilità di idee e valori. Non temete di esprimervi, ma non chiudetevi di fronte a chi la pensa diversamente da voi, piuttosto, cercate di approfondire il suo punto di vista per comprenderlo, anche se probabilmente continuerete a dissentire.

3) Comprensione delle posizioni altrui. Cercate di mettervi nei suoi panni, tenendo presente che il suo modo di essere, di pensare e di amare non sono necessariamente uguali ai vostri; non date per scontate le sue reazioni: "Se gli piaccio, farà questo" perché non è detto che abbiate ragione, invece ascoltatelo e osservatelo per capire cosa vuole e di cosa ha bisogno.

Facebook Comments Box