Autore Daphne Rossetti :: 29 Aprile 2015

Gli ex talvolta si rifanno vivi solo perché al momento non hanno trovato di meglio o per un desiderio sessuale. Come si gestiscono, quindi, queste situazioni?

Come gestire l’ex che si rifà vivo

Grado di difficoltà: 

2.01

A molti sarà capitato di dover gestire una situazione come quella in cui l’ex si rifà vivo, quando forse ormai non ve lo aspettavate più. Essendo già passato un po’ di tempo dalla fine della relazione, vi sembrava di aver posto infine un punto che forse in realtà era più un punto e virgola per l'altro…

Ebbene, ecco che il vostro ex si è rifatto vivo. La cosa magari la desideravate, magari non vi passava neanche per la testa, eppure sicuramente vi lusinga. Le domande che vi ronzano in testa iniziano a moltiplicarsi, insieme ai dubbi e alle incertezze.

Le questioni da esaminare a questo punto sono: perché è tornato? Qual è il vostro stato sentimentale attuale? E per ultimo, come vi siete lasciati, o in sostanza, chi ha lasciato chi?

Per quanto riguarda la prima domanda, la risposta può essere soltanto una: non ha trovato di meglio e adesso vuole ripiegare su di voi, anche soltanto per uno scopo prettamente sessuale.

Se siete impegnate è normale che la cosa possa interessarvi poco, a meno che non abbiate constatato, confrontando le due relazioni, che in quella di prima vi trovavate meglio e che il vostro ex, confrontato con l’attuale, non era poi così male, sempre che tutto ciò non costituisca un ripiego e soprattutto un continuo andare incontro a esigenze fuori luogo dell'altro.

Se siete single, è più facile che possiate lasciarvi trasportare da ricordi nostalgici, che vi faranno alle cose più belle del vostro ex, senza considerare che la storia con lui rischierebbe di essere sempre la stessa di prima; magari vi sembrerà che molto sia cambiato, che lui abbia fatto dei miglioramenti, che magari anche voi siete cambiate e cresciute nel frattempo, il che vi fa pensare di essere tornate ad amarlo nuovamente, ma molto spesso questa è solo un’illusione.

Vi accorgerete, infatti, che quello che sentite per il vostro ex partner non è in realtà cambiato: se avete deciso di lasciarlo perché il sentimento si era esaurito, perché dovrebbe essersi modificato qualcosa, durante?

Il più spesso delle volte tornare con l’ex significherà ripercorrere strade già battute,scontrandosi con gli stessi problemi e finire per fare lo sbaglio di aver dimenticato ciò che l’esperienza vi aveva insegnato. Cercate piuttosto di sforzarvi di ricordare cosa non funzionava, cos’è che lo rendeva insopportabile e vi faceva stare male.

Se poi siete convinte che lui in realtà faceva davvero per voi, fate un tentativo. Si dice tentar non nuoce, ma andateci caute per evitare ulteriori sofferenze.

Facebook Comments Box