Autore Sara Fabbri :: 16 Novembre 2014

Capire voi stesse vi permetterà di avvicinare gli uomini più affini alla vostra personalità.

La ricerca dell'uomo ideale per la vostra personalità

Grado di difficoltà: 

3

Chiedetevelo, prima di iniziare una relazione. Non lanciatevi a capofitto per poi sfracellarvi dolorosamente al suolo; scoprite come deve essere il vostro uomo ideale. Non stiamo parlando di stilare una lista di attributi dell'uomo perfetto, come la seguente:

1) Alto-biondo-occhiazzurri;

2) Gentile-premuroso-educato;

3) Ricco-famoso-affermato;

4) Che si lavi ogni giorno;

5) Che mastichi con la bocca chiusa;

7) Che non si tagli le unghie dei piedi sul tavolo della cucina;

ecc.

Elenchi simili fanno un tantino maniache del controllo; inoltre, le qualità dovrebbero essere di carattere generale, basarsi sul buon senso e adattarsi a voi e alle vostre esigenze.

Il primo passo

Cercate di capire voi stesse, i vostri bisogni, i vostri punti forti e le debolezze. Serve del tempo e tanta obiettività e sincerità. È il primo passo per ogni scelta: non indossate una maglietta marrone se la vostra pelle tende al pallido-giallastro; quindi perché mettervi con un uomo che non vi sta bene?

1) Scrivete i vostri pregi e difetti: dovete sapere con certezza cosa potete offrire all'altro; ma anche quelli deboli per capire cosa potrebbe farlo scappare e correre ai ripari, smussando qui e lì.

2) Fate mente locale su quali sono i vostri principi, i vostri ideali etici e morali, e distingueteli tra quelli su cui soprassedere e quelli su cui siete intransigenti.

3) Esaminate le vostre relazioni passate e sforzatevi di individuare le vostre responsabilità (perché ci sono) e le inadeguatezze dell'altro che vi hanno fatto frignare sotto il piumone. Non ripetete gli stessi errori.

Dopo esservi conosciute un po' meglio, potete riconoscere chi fa per voi. Lasciate perdere la saggezza popolare, non è esattamente vero che "gli opposti si attraggono" e "chi si somiglia si piglia". Sapete che è quello giusto se vi coinvolge allo stesso tempo la mente, il cuore e... il basso ventre.

La mente

Va da sé che, se pensiate che sia un emerito idiota, difficilmente potrete starci assieme; la persona giusta ragiona più o meno come voi, avete passioni comuni, ma anche interessi diversi per stimolarvi e incuriosirvi a vicenda. Non sarete mai a corto di argomenti di conversazione, e non è poco: pensate al brivido del silenzio, interrotto solo da un intramontabile "Caldo oggi, eh?".

Il cuore

Se siete vegane, non mettetevi con uno con l'hobby della caccia, che la domenica vi porta in dono dei piccioni da spennare e fare in salmì. Andrebbe benissimo un onnivoro che, pur mangiando bistecche e frittate, rispetti le vostre scelte e la vostra sensibilità. Serve un equilibrio, qualcuno che capisca e condivida i vostri principi, ma che vi faccia anche da contraltare, se serve.

Il... basso ventre

Bando all'ipocrisia! Vi deve piacere anche fisicamente. L'anima bella è importante, ma se a letto non c'è il minimo feeling, non andrete lontano. Stesso discorso per i difetti fisici, anche se il consiglio è non di farvi influenzare: non è un trofeo da sfoggiare, quindi se vi affascina il nerd occhialuto o il biker tatuato, così sia.

Come indagare

Le caratteristiche di cui sopra è bene scoprirle a poco a poco, senza cercarle affannosamente al primo incontro, lapidandolo di domande come: "Quali sono i tuoi hobby?" (che tra l'altro fa anche un po' addette alle risorse umane); oppure "Ma... tu sei favorevole o contrario alla pena di morte?" (non è precisamente un esordio da aperitivo disimpegnato); infine, potrebbe suonare indiscreto chiedere: "Te la farai asportare quella verruca?". Sentirsi sotto esame non piace a nessuno, e non piacciono nemmeno i petulanti, quindi abbiate pazienza, che col tempo paga.

Facebook Comments Box