Autore Redazione :: 7 Aprile 2015

Quando un ex partner si rifà vivo, quasi sempre accade perché al momento non ha di meglio da fare, quindi cercate di diffidare sempre e vedere le cose con razionalità.

Cosa fare quando il vostro ex partner si rifà vivo?

Grado di difficoltà: 

2.01

A molte sarà capitato di dover gestire una situazione come quella in cui l’ex si rifà vivo, quando forse ormai non ve lo aspettavate più. Era passato un po’ di tempo da quando la vostra relazione era finita, ponendo un punto che forse in realtà era più un punto e virgola

Ebbene, ecco che il vostro ex si è rifatto vivo, la cosa magari la desideravate, magari non vi passava per la testa, eppure sicuramente vi lusinga. Le domande che vi ronzano in testa iniziano a moltiplicarsi, insieme ai dubbi e alle incertezze.

Le questioni da esaminare a questo punto sono: perché è tornato? Qual è il vostro stato sentimentale? E ultimo, come vi siete lasciati, o in sostanza, chi ha lasciato chi?

Per quanto riguarda la prima domanda, due possono essere le risposte: vuole tornare con voi o vuole solo sapere come state e come va la vostra vita, semplicemente in amicizia. Se la risposta che vi sembra più plausibile è la prima, e lui appare dunque alquanto interessato, dovete iniziare a interrogare il vostro cuore e soprattutto la vostra mente.

Se avete una relazione, è normale che la cosa può interessarvi poco, a meno che non abbiate constatato, confrontando le due relazioni, che in quella di prima vi trovavate meglio e che il vostro ex, confrontato con l’attuale, non era poi così male, sempre che tutto ciò non costituisca un ripiego.

Se siete single è più facile che vi lasciate andare a ricordi nostalgici, che vi fanno pensare alle cose più belle del vostro ex, senza considerare che la storia con lui rischierebbe di essere sempre la stessa di prima, con le stesse problematiche e complicazioni. Magari, tornando con lui vi sembrerà che molto sia cambiato, che lui abbia fatto dei miglioramenti, che magari anche voi siete cambiate e cresciute nel frattempo, il che vi fa pensare di essere tornate ad amarlo nuovamente, ma è solo un’illusione, nel 99% dei casi.

Molto spesso, infatti, vi accorgerete che quello che sentite per il vostro ex partner non è cambiato: se avete deciso di lasciarlo perché il sentimento si era esaurito, perché dovrebbe essere cambiato qualcosa?

Il più spesso delle volte, tornare con l’ex significherà ripercorrere strade già battute, scontrandosi con gli stessi problemi, finendo per fare lo sbaglio di aver dimenticato ciò che l’esperienza vi aveva insegnato.

Cercate piuttosto di sforzarvi di ricordare cosa non funzionava, cos’è che lo rendeva insopportabile e vi faceva stare male.

Poi, se vi ha lasciato lui e voi avete del risentimento, è possibile che vogliate vendicarvi, farlo cadere ai vostri piedi per poi sferzare un colpo inaspettato: lasciarlo senza alcuna pietà, come aveva fatto lui. Ciò però non è molto ortodosso e poi ricordate che così facendo magari risolleverete in modo fittizio il vostro orgoglio, ma non placherete la vostra ira e in più avrete perso solo del tempo, quindi perché complicarsi la vita?

Se poi siete convinte che lui in realtà faceva davvero per voi, fate un tentativo. Si dice "tentar non nuoce", ma andateci cauti per evitare ulteriori sofferenze.

Facebook Comments Box