Autore Laura Ruggeri :: 27 Febbraio 2015

Di giorno in giorno la scienza sperimenta nuovi metodi e farmaci per curare le disfunzioni sessuali sia degli uomini che delle donne.

Sesso e scienza

Da sempre, l’uomo ha cercato metodi per migliorare la propria vita sessuale: ha ingurgitato elisir di dubbia composizione, ad esempio contenenti artigli di pipistrello, unghie di strega e peli pubici di gatto albino; ha fatto danze del sesso; ha invocato dee dell’amore; ha usato talismani di varia forma e natura.

La credenza popolare, ancora oggi, vede in cibi come i frutti di mare o il cioccolato potenti afrodisiaci, ma l'efficacia di questi alimenti come corroboranti dell'eccitazione sessuale non è dimostrata scientificamente.

I ritmi moderni e la continua tensione cui si è sottoposti non aiutano di certo le performance sotto le lenzuola. Ma ecco che la scienza scende in campo a spada tratta per dire a tutti: “Non preoccupatevi! Garantitemi ampi guadagni e vi troverò una simpatica molecolina da ingerire per farvi diventare dei leoni a letto!”.

Vediamo innanzitutto come funziona il meccanismo dell’eccitazione sessuale. Appena scatta la molla del desiderio, nel nostro organismo vengono prodotti gli ormoni sessuali: questi agiscono sulle parti basse del corpo, aumentando l’afflusso di sangue negli organi genitali; vi è un aumento del battito cardiaco e sono rilasciati neutrasmettitori del piacere, come la noradrenalina e la dopamina che ci danno quell’intensa sensazione di benessere associata all’eccitazione sessuale.

Quali rimedi ha trovato la scienza per migliorare la vita sessuale delle persone?

Primo tra tutti, ricordiamo il Viagra, la famosissima pillolina blu. Questa serve ad alzare la "bandiera del piacere", a portare vento alle vele del bastimento, in sostanza a trattare le disfunzioni erettili maschili. A differenza di quanto però si possa pensare, il Viagra da un lato favorisce una prolungata erezione, ma dall’altro non causa desiderio sessuale.

Vi sono altri farmaci ancora in fase di sperimentazione, studiati per trattare le disfunzioni sessuali sia negli uomini che nelle donne.

Il melanotan: versione sintetica della melanocortina, una proteina prodotta naturalmente nel cervello con la funzione di regolare i meccanismi di pigmentazione della pelle. Questa molecola è stata usata come abbronzante artificiale, ma si è scoperto avere anche la capacità di eccitare l’uomo cui è somministrata, causando un’erezione.

Un’altra molecola in fase di studio, simile al melanotan, è il bremelanotide: la sua funzione è quella di curare le disfunzioni sessuali anche nelle donne.

Quindi, che vogliate ricorrere a pozioni magiche o affidarvi ai progressi della scienza, il consiglio migliore per avere una vita sessuale più soddisfacente è di rallentare i ritmi della vita: su questo sono d’accordo sia la cultura popolare che la scienza.

Fonte: http://www.lehmiller.com/blog/2015/2/19/video-can-science-improve-your-s...
 

 

Tag: 

Facebook Comments Box