Autore Laura Ruggeri :: 11 Marzo 2015

Alcune volte la coppia si forma grazie a due individui completamente diversi, quasi all'opposto; ma, in fin dei conti, quanto può durare l'idillio?

Diversità di coppia

Una donna innamorata vive e si gode il presente, sperando in una meravigliosa storia d’amore, anche se l’oggetto del suo desiderio è un vegano super rigido sulle scelte etiche e sul rispetto per gli animali. Ma quando la bistecca di maiale viene sostituita con una soletta di soia e quando si deve rinunciare ai detersivi e al caffè per amore, qualche ripensamento può umanamente esserci.

Una relazione tra un vegano oltranzista e una ragazza onnivora amante della moda può funzionare? "Straziami, ma di tofu saziami" è il romanzo di Paola Maraone e Paola La Rosa, che prova a dare una risposta a questa domanda raccontando una storia d’amore tra due persone molto diverse: lei, Alice, è una giovane pubblicitaria amante delle fette di salame e della crema pasticcera; lui, Francesco, è proprietario di una ciclofficina, fanatico del consumo critico e vegano fino al midollo.

I vegani sono persone che hanno scelto di non mangiare la carne e tutti gli alimenti di origine animale, come le uova e i latticini. Francesco, il protagonista del libro, si è spinto oltre, compiendo ogni giorno scelte difficili, quali la rinuncia al caffè, alle scarpe di pelle, ai maglioni di lana, all’auto e la scelta di cucirsi i vestiti da sé.

La loro storia comincia con uno scontro: Francesco, infatti, investe Alice con la sua bicicletta; lei al primo sguardo rimane folgorata dall’aspetto di lui: così magro, slanciato e ben formato. Per amore lei si adatta alle sue abitudini, rinunciando al tanto amato salame e non solo.

E qui sorge una domanda: sono sempre le donne ad adattarsi all’uomo che amano? Probabilmente la risposta è sì. Una donna innamorata spesso modifica il suo modo di essere per piacere all’uomo che ama, finendo poi per dimenticarsi di se stessa e per non riconoscersi più.

I temi che si affrontano in questo divertente libro sono svariati: innanzitutto si riflette sulla iperconsumistica società in cui viviamo, votata molto spesso al supefluo. In secondo luogo si parla di diversità, di un amore in cui gli opposti inevitabilmente si attraggono, almeno all'inizio. Ma questo libro, attraverso il racconto di una storia, ci offre uno spunto di riflessione su quale sia quella cosa misteriosa che fa durare una relazione. La risposta a questa domanda è che due persone accomunate da emozioni forti che le legano spesso trovano un modo per assoggettare i propri punti di vista a un bene comune, che è il rapporto stesso. Il risultato, però, fa sfumare e fa perdere forza alle differenze di opinione.

Ovviamente, perché un rapporto possa funzionare bene a lungo è necessario che questa rinuncia alle proprie posizioni iniziali avvenga da entrambe le parti. Se è solo uno dei due partner a cedere, il rischio è che nel tempo possa sentirsi schiacciato dall’altro, perdendo la propria autostima e il proprio equilibrio. In questo caso, prima o poi inizierà a cercare di recuperare le posizioni perdute scaricando rancore e negatività sull’altro con l’effetto di compromettere l’armonia emotiva della coppia e portare il rapporto a una crisi irrecuperabile. 

Facebook Comments Box