Autore Laura Ruggeri :: 3 Aprile 2015

Shirley Andrews, donna ottantenne, è stata definita "la regina delle orge", visti i suoi particolari gusti in fatto di rapporti sessuali.

Shirley Andrews, nonna a tutto sesso con la passione per le orge

È stata definita “la regina delle orge”, e a buon diritto: Shirley Andrews è una donna di ottantanni che lavora come pornostar.

Dite addio all’immagine della nonnina che cucina i biscotti al pomeriggio per farvi fare merenda; distaccatevi, almeno per qualche minuto, da quella graziosa figura di donna che sferruzza alla sera davanti a un episodio dell’ispettore Derrick.

Questa è tutta un’altra storia.

Shirley Andrews, infatti, costringe a salutate i preconcetti sulle ottantenni e le loro attività pelviche. In barba a ogni osteoporosi, arteriosclerosi e paura della morte, questa signora sa di possedere ancora centri erogeni, e li usa eccome.

Si tratta di una donna californiana, col pallino della pornografia. Ha iniziato a lavorare in questo mondo nel 2008, alla tenera età di 73 anni, girando video focosi tra le mura di casa, per poi postarli in Rete. Come non ricordare, a tal proposito, l’amabile video in cui partecipa a un’orgia con 15 uomini: lei, unica leonessa a sfamare un intero branco di leoni. Una sciocchezza per una persona che dichiara di avere avuto più di mille uomini. A lei piacciono, comunque, gli uomini giovani: pare, infatti, sia impegnata con un trentunenne, amante delle carni mature, un gerontofilo.

La gerontofilia, infatti, è l’attrazione sessuale per le persone anziane, un’inclinazione del tutto legale purché consenzienti.

Sempre più i mezzi di comunicazione dedicano la loro attenzione al connubio sesso/terza età. Da sempre ritenute frigide e in abbondante pace dei sensi, le donne mature reclamano la loro fetta di piacere fisico.

Il sesso può dunque essere un elemento della vita di nonna? A quanto pare, sì. Sempre più ricerche si stanno occupando di sfatare il preconcetto della mancanza di desiderio nelle persone anziane. La menopausa, e quindi il termine di quella fase della vita dedicata alla procreazione, è associata, nell’immaginario collettivo, alla fine della vita sessuale di una donna. Come se le gioie del sesso non potessero esistere senza il fine ultimo della concezione. In realtà, l’intero apparato del piacere rimane pienamente funzionale. La terza età porta una seconda primavera, con una sessualità più consapevole e col vantaggio dell’assoluta mancanza di gravidanze indesiderate.

La parola “MILF” è un acronimo che sta per “mother I’d like to fuck”, ossia “mamma che mi farei volentieri”, signore di mezza età ancora attraenti. Per le nonne che gioiscono del sesso, è stata recentemente creata una categia a parte, nel mondo del porno via Web, la “granny” o “mature”. Buon divertimento.

Facebook Comments Box