Autore Daphne Rossetti :: 28 Gennaio 2015

Quando il partner va via da casa, a seguito di una lite o un malinteso, sembra crollarvi il mondo addosso. Ma è possibile comunque reagire al meglio.

Come reagire quando il partner va via

Le espressioni “Ti devo parlare” e “Me ne vado da casa” sono quelle che hanno causato i maggiori traumi esistenziali sia agli uomini che alle donne. In particolare la seconda è quella che manda in frantumi i migliori progetti e investimenti che sia lui che lei hanno affrontato per immaginare con la persona amata una vita insieme “sotto lo stesso tetto.” Ci si sente crollare il mondo addosso e sembra che tutto il carico di sofferenza e responsabilità stia sulle spalle di chi rimane solo a casa, con una fede al dito ormai priva di valore o (se è avvenuto durante la convivenza) con un appartamento il cui ipotetico mutuo sembra essere più duraturo!

Di fronte all’abbandono, però, il rischio è quello di lasciarsi andare ogni giorno davanti alla televisione, mangiando cibi poco salutari e sopravvivendo alla vita stessa. È importante invece trovare un punto di forza, che come la leva per Archimede consenta a chi è stato lasciato di risollevarsi e di ricominciare. Vediamo, quindi, come sia possibile fare ciò.

1. Il primo atteggiamento è quello dell’autocritica. Le ragioni e i torti non sono mai interamente a carico di una sola persona. È l’esame più difficile da fare all’indomani dalla porta sbattuta in faccia, ma capire i vostri limiti e lavorare sui vostri difetti è il primo passo per tentare di ricostruire il rapporto, o (ove ciò non sia possibile) evitare nuove relazioni fallimentari.

2. Introspezione. Trovare la parte migliore di sé. Se è vero che non siamo perfetti, d’altra parte tutti noi abbiamo i nostri piccoli pregi. In fondo chi vi ha appena lasciati vi ha comunque amato. Questo potrebbe essere il primo passo per tentare un dialogo. Ricordate che l’unico fallito è colui che ha smesso di provare a migliorarsi.

3. Il terzo consiglio è legato al precedente. Il primo modo di valorizzare sé stessi è fare ciò che piace. Sarà la vostra migliore occasione per sorridere, anche davanti ad un giorno di pioggia. Mai chiudersi a riccio dopo aver subito un addio! Parlatene con i vostri amici, davanti ad una pizza o un piatto di pasta fumante con birra al seguito: vi aiuterà a riprendere in mano la vostra vita.

Facebook Comments Box