Autore Sara Fabbri :: 9 Giugno 2015

Affrontare un tradimento con urla isteriche o scenate varie ed eventuali vi porterà solo a soffrire ancora di più senza risolvere nulla...

Nel momento in cui si scopre un tradimento una valanga di sentimenti negativi travolge i sensi e la capacità di raziocinio: la collera, la delusione, il dolore prendono il sopravvento, offuscando la mente. Tuttavia, dopo la prima ondata, è bene ritrovare la lucidità e affrontare la questione con tutta la calma di cui si può essere capaci.

Mantenersi tranquilli naturalmente non è facile, ma è necessario per evitare scenate controproducenti e scomode. Il primo passo da fare, infatti, per quanto difficile, è parlare con il vostro uomo cercando di non aggredirlo perché altrimenti si chiude in se stesso e non avrete risposte, ma solo un ostinato mutismo o una lite furiosa.

Invece a voi le risposte servono perché qualunque sia la vostra posizione riguardo al tradimento, sia che decidiate di troncare senza appello, sia che scegliate di continuare senza voltarvi indietro, avere un'idea delle ragioni che possono averlo spinto a calpestare la fiducia che avevate in lui vi aiuterà ad andare avanti e superare l'accaduto.

Il vostro obiettivo è uscire da questo momento difficile con meno danni possibili: la priorità siete voi, non la relazione. Perciò, per potere prendere qualunque decisione, dovete avere le idee chiare cosicché dopo non ci saranno "se" e "ma".

Come si diceva, quindi, affrontatelo senza perdere le staffe in un momento in cui siete da soli perché entrambi vi sentirete più liberi di confrontarvi se non ci saranno altre persone ad assistere e a fare pressione. Ditegli ciò che avete scoperto, spiegategli come vi sentite, chiedetegli cosa lo ha spinto a farlo, ma senza domandare i particolari perché finirebbero per perseguitarvi nella fantasia per moltissimo tempo.

Lasciate che neghi, che spieghi le sue ragioni, che si scusi, che pianga, che preghi, che vi dia la colpa, che se la prenda con voi, insomma, fatelo sfogare per bene; quando avrà finito, e voi avrete elementi per decidere (senza dubbi futuri), allora valuterete se sia il caso di decidere insieme se chiudere la vostra relazione o se volete continuare. In ogni caso, fate in modo che l'altro senta tutto il peso di ciò che ha fatto, della vostra delusione e del vostro dolore, ma se scegliete di perdonare, dimenticate tutto e guardate avanti. 

Facebook Comments Box