7 consigli per stimolare il punto G maschile

Scopri quali sono i 7 consigli per stimolare il punto G maschile per ottenere un’erezione più potente e duratura.
Punto G maschile

Il punto G maschile non è altro che la prostata: stimolarla nel modo corretto, infatti, produce orgasmi davvero molto intensi. Stimolando la prostata durante i preliminari si ottiene un erezione più potente e duratura: se ciò non accade potresti trovarti di fronte ad un caso di disfunzione erettile.

Sia che tu stia cercando di trovare il tuo punto G maschile o di trovare quello del tuo partner, ecco alcuni consigli da provare quando vuoi stimolare il punto G.

Discutete del sesso anale con il vostro partner. Se avete intenzione di eseguire la stimolazione anale con un partner, assicuratevi di discuterne prima con lui per essere sicuri di avere il suo consenso.

Lavati bene le mani prima e dopo. Prima di partecipare a qualsiasi tipo di sesso anale o di masturbazione reciproca, assicurati di lavarti accuratamente le mani per prevenire la diffusione di batteri. Inoltre, lavati le mani dopo la sessione per sbarazzarti di qualsiasi batterio che potrebbe essere rimasto.

Iniziate con il dito. Finché tu o il tuo partner non vi sentite a vostro agio con la stimolazione della prostata, usate il dito invece di un giocattolo sessuale, perché è più piccolo e avete più controllo. Per un’esperienza più confortevole, tagliati le unghie e indossa un guanto o un preservativo sul dito.

Usa molto lubrificante. A differenza della vagina, l’ano non si autolubrifica quando è eccitato. Questo significa che è cruciale che tu usi del lubrificante per il massimo comfort durante il massaggio alla prostata. Se usi il dito, un lubrificante a base di silicone dura più a lungo e ha la consistenza più densa. Se stai usando un sex toy anale fatto di silicone, dovrai usare un lubrificante a base d’acqua, perché i lubrificanti a base di silicone causeranno il deterioramento dei sex toys in silicone nel tempo. Con il lubrificante corretto in mano, applicate il lubrificante intorno al bordo dell’ano e poi anche all’interno. Una volta che voi o il vostro partner vi sentite sciolti, applicate altro lubrificante al vostro dito o giocattolo prostatico prima dell’inserimento.

Prendila con calma. Entrate gradualmente nell’attività penetrativa con un po’ di stimolazione esterna della prostata massaggiando la zona tra l’ano e i testicoli. Stimolare questa zona erogena è un ottimo modo per far eccitare te o il tuo partner prima dell’evento principale. Una volta che iniziate a penetrare l’ano del vostro partner e trovate il suo punto G, evitate di massaggiarlo immediatamente. Invece, aspettate almeno trenta secondi affinché voi o il vostro partner vi abituiate alla sensazione del dito all’interno del corpo. Una volta che il ricevente si sente rilassato, comincia a muovere il dito.

Mescolate le vostre tecniche di massaggio. Ci sono numerosi modi per massaggiare il punto G maschile, ma è meglio iniziare lentamente e aumentare la velocità e la pressione una volta che sapete che a voi o al vostro partner piace un particolare movimento. Usando il polpastrello del tuo dito, accarezza la prostata usando un movimento “vieni qui”. Puoi anche provare a picchiettarla, ad accarezzarla con un movimento circolare, o anche a fare pressione su di essa senza muovere affatto il dito. Se date piacere ad un partner, chiedete il suo feedback e fate attenzione a come risponde ad ogni tecnica.

Aumenta il piacere usando un massaggiatore prostatico. Se volete salire di livello rispetto alla stimolazione con le dita, prendete in considerazione l’acquisto di un giocattolo anale per esplorare ulteriormente le sensazioni della prostata. I massaggiatori prostatici, i vibratori anali e i butt plugs fanno tutti miracoli per aiutarti a dare a te stesso o al tuo partner un potente orgasmo prostatico.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter