Dominatore e sottomessa: in cosa consiste e ruoli del sadomaso

Scopri in cosa consistono i ruoli di dominatore e sottomessa, pratiche del sadomaso sempre più diffusi. Leggi la nostra guida!
Dominatore e Sottomessa

La dinamica dominatore – sottomessa

Esistono a volte all’interno di una relazione di coppia alcune dinamiche erotiche che si spingono oltre a quella della tradizionale sfera sessuale, per trasformarsi in giochi di ruolo estremi che provocano piacere sia dal punto di visto fisico che psicologico. È il caso dell’erotismo che nasce dal rapporto tra dominatore e sottomessa. Comunemente il ruolo del dominatore sembra essere tipico dell’uomo, mentre la donna riveste la figura più passiva della sottomessa, anche se capita spesso che la regola venga invertita.

Per chi vuole approfondire questo mondo esistono sul web numerosi portali che propongono annunci mistress per incontri personali e privati.

Il rapporto tra queste due figure è profondo, ed entrambe hanno molto chiaro il ruolo che dovranno assumere durante la pratica sessuale. Si tratta infatti di due poli opposti che riescono ad incontrarsi e trovarsi, e finalmente liberare una parte della propria personalità costretta a rimanere latente nella vita di tutti i giorni.

Il ruolo del dominatore

Il dominatore è colui che ha il potere, detta le regole e decide tutto quello che l’altro deve fare. È una figura autoritaria, severa, intransigente e fantasiosa. Dal punto di vista psicologico il bisogno primario è proprio quello di dominanza e di potere sul partner passivo. Ha inoltre la responsabilità di decidere quali sensazioni ed emozioni potranno provare entrambi.

Il dominatore utilizza tecniche e strumenti di sottomissione per immobilizzare la persona, e trasformarla in schiava. Entrano in gioco oggetti come frustini per percuotere, collari, corde e manette per legare polsi e caviglie, nastri per bendare gli occhi e coprire la bocca, divaricatori per costringere a mantenere una certa posizione ed avere quindi il controllo totale sui movimenti.

Il ruolo del sottomesso

Dal punto di vista fisico e psicologico il sottomesso accetta incondizionatamente di appartenere al suo padrone, ed il suo unico obiettivo è quello di acconsentire ogni cosa pur di fargli piacere. Vi è una totale rinuncia al controllo. La costrizione e l’umilizione creano la gratificazione del gioco sessuale e la sensazione di piacere si innesca dal sentire di essere usati per compiacere la parte sadica del partner.

Il piacere sadomaso nella dinamica dominatore – sottomesso

Nelle dinamiche sadomaso tra dominatore e sottomesso vengono unite all’atto sessuale degli elementi di dolore, per rendere la pratica più intensa ed estrema. Il grado di intensità di questi elementi dipende dall’affinità della coppia, e spesso vanno ad intensificarsi man mano che aumenta la conoscenza tra i partner.

Nel puro rapporto sadomasochista, il piacere viene generato dall’infliggere e ricevere dolore attraverso punizioni corporali. La linea tra dolore e piacere è davvero sottile, e durante queste pratiche, se consenzienti da parte di entrambi, il dolore, avvertito acuto all’inizio, si trasforma e diventa una sensazione di benessere, di piacere intenso, sia fisico che spirituale.

Alla base di un rapporto sadomaso esiste comunque un insieme di accordi, condivisione e consensi. Quando si decide di giocare sessualmente si imposta una parola di salvezza detta Safeword. Si tratta di un segnale di emergenza, e quando la persona dominante sente pronunciare tale parola dal sottomesso deve interrompere immediatamente qualsiasi atto stia compiendo.

Fondamentale da riconoscere è che un rapporto tra dominatore e sottomesso è sempre di tipo consensuale, e non deve essere mai considerato con un atto di violenza psicologica, ma come un momento di piacere, voluto e desiderato da parte di entrambi.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter