Il BDSM visto dagli uomini

Il BDSM visto dagli uomini

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

È praticamente indiscutibile che il BDSM stia avendo un vero e proprio boom negli ultimi anni. La massiccia popolarità del libro 50 sfumature di grigio e il suo inevitabile adattamento sullo schermo dimostrano che il pubblico è desideroso di saperne di più sul mondo del BDSM, che comunemente viene definito anche bondage, dominazione, sadismo e masochismo, anche se ci sono variazioni sotto questo punto di vista.

Il BDSM e la sua popolarità

Non sorprende che il BDSM stia godendo di un successo crescente: uno studio ha rivelato che il 51% degli uomini e circa il 39% delle donne sono sessualmente eccitati dall’idea di avere un partner sessuale dominante o sottomesso. Questi risultati rivelano anche che più uomini che donne sono attratti dall’idea di avere qualcuno sessualmente sottomesso a loro.

Ciò che manca nelle rappresentazioni mainstream del BDSM è la varietà. 50 Sfumature di Grigio è incentrato sulla storia d’amore/sesso di due personaggi, l’ingenua/innocente studentessa giornalista Ana e il misterioso uomo d’affari Christian Grey. Per come viene presentato rafforza i binari di genere esistenti, dove l’uomo è il partner dominante e la donna il sottomesso. Ignora le esperienze degli uomini sessualmente sottomessi e delle donne dominanti, probabilmente perché si oppongono ai costumi sociali. Viviamo in una cultura patriarcale sessista che promuove e trae profitto dalla sottomissione fisica ed emotiva delle donne.

La storia di Hobbes

Hobbes è un sottomesso amante del lattice, che ama servire la sua Padrona. “Mi sento completo quando sono sottomesso, sia in un contesto sessuale che in termini di essere obbediente al mio partner nella vita quotidiana”, ha detto Hobbes. Hobbes si descrive come essenzialmente etero, ma prova occasionalmente attrazione verso altri uomini.

“Penso che molte persone sottomesse, di qualsiasi sesso, trovino che essere sottomessi sia una liberazione dalle responsabilità in altri aspetti della loro vita – che si tratti di lavoro, famiglia, o semplicemente essere responsabili del proprio comportamento e stato emotivo”, ha detto.

“Penso che molte persone sottomesse, di qualsiasi sesso, trovino che essere sottomessi sia una liberazione dalle responsabilità in altri aspetti della loro vita – che si tratti di lavoro, famiglia o semplicemente essere responsabili del proprio comportamento e del proprio stato emotivo”.

Hobbes ha cominciato a capire che era interessato ad essere dominato da una donna intorno ai 16 o 17 anni. “Penso che da un punto abbastanza precoce della mia adolescenza, ho sentito che le donne erano più in contatto con la loro sessualità rispetto agli uomini. Questa consapevolezza mi si presentava come un tipo di potere che trovavo molto attraente”, ha detto.

Da adolescente, si sentiva confuso per tutte le emozioni nuove che sentiva, e per i messaggi contrastanti della società che riceveva su come comportarsi. “L’idea di una donna che sapeva cosa voleva e lo affermava senza ambiguità era deliziosa”.

“Da oltre un anno sono innamorato di una bellissima donna dominatrice che ho conosciuto su sul sito di incontri  LaFrusta.it che ama avermi come schiavo. La connessione che c’è, e quanto mi fa sentire felice e orgoglioso di essere il suo schiavo, mi fa desiderare di essere completamente aperto sulla natura della nostra relazione”, dice.

Da oggi il doppio mento non sarà più un problema