Il primo appuntamento con lui: cosa fare e cosa evitare

Il primo appuntamento è considerato come una sorta di vostro “biglietto da visita”. Cercate, quindi, di sfruttare al meglio il momento.
Il primo appuntamento con lui cosa fare e cosa evitare

Il primo appuntamento serve a conoscersi un po’ meglio, in modo, poi, da poter decidere se rivedersi o no. La prima impressione, che vi piaccia o no, è fondamentale, se non altro per il semplice fatto che potrebbe essere anche l’ultima. Purtroppo è una sorta di esame che crea un’ansia tremenda, un’esaltazione travolgente e aspettative stellari.

Ce la potete fare. Se vi serve un aiutino, ecco qualche consiglio da tenere a mente.

Comandamento dei comandamenti: state tranquilla. Che lo dia a vedere o no, lui è nervoso almeno quanto voi; per uscirne indenne basterà essere voi stesse: rilassatevi e portate avanti una conversazione naturale, interessante e interessata. Ma partiamo dalle basi.

  1. E adesso che vi mettete?
    Scegliete il vostro look con attenzione. Se cercate una relazione vera e propria, la famosa prima impressione che volete dare non è quella di essere facili, dunque: sensuali sì, audaci no; per intenderci, più Sophia Loren e meno Jayne Mansfield.
  2. Un posto vale l’altro, o quasi
    Se sarete voi a scegliere dove incontrarvi, prediligete un posto all’aperto, tranquillo, come un lungomare o un parco: passeggiare, essere liberi di muovervi e spaziare con lo sguardo aiuterà ad allontanare l’imbarazzo, vi offrirà spunti di conversazione. Vanno bene anche appuntamenti poco impegnativi come caffè o aperitivi.
  3. Oddio! Il silenzio!
    Se la conversazione langue, non cominciate a parlare a raffica passando dal vostro gattino/coniglietto/canarino, alla politica estera del Governo, al fatto che vi sentite gonfie e che il vostro ex ve lo faceva sempre notare. Ripensate alla lista di argomenti piacevoli, ma non superficiali, personali, non intimi, che avete preparato: l’ultimo film/concerto/mostra che avete visto, il libro che state leggendo, la vacanza che state pianificando, la partita di softball di domani. Introducete l’argomento e ponetegli qualche domanda: la chiacchierata ricomincerà in modo naturale.
  4. Bando alle critiche
    Nel caso in cui qualcosa del suo aspetto vi disturbi, non criticatelo: non siete le uniche a essere suscettibili quando si parla di fisico o look. Se proprio a fine serata non è riuscito a farvi dimenticare la sua incipiente calvizie o la camicia arancione su pantaloni color pistacchio, potete semplicemente declinare l’eventuale invito per un secondo appuntamento.
  5. Non impauritelo
    Parlare di convivenza, matrimonio o figli al primo appuntamento è fuori discussione. Gli uomini vivono già nel pregiudizio che le donne vogliano accalappiarli per accasarsi; avallare la loro ipotesi servirà solo a spaventarli e allontanarli. Se tra voi funzionerà, ne discuterete in seguito.
  6. Evitate di sembrare disperate
    Chiedergli: “Allora, mi chiami?” o “Mi vuoi rivedere?” gli mostrerà la vostra insicurezza e vi porrà in una posizione di dipendenza ancor prima di cominciare; piuttosto indagate le sue intenzioni dandogli spunti per futuri appuntamenti: “La settimana prossima inaugureranno un nuovo pub, mi piacerebbe andarci, sono curiosa di vedere com’è.” Se lui coglie la palla al balzo, è fatta.
  7. Alimentate il desiderio (quanto aspettare?)
    Ok, vi mangiate con gli occhi da tutta la sera, ma è meglio calmare i bollenti spiriti per almeno due motivi: il primo è che potrebbe pensare che voi siate una facile, e, se volete una relazione a lungo termine, non è un buon inizio; in secondo luogo, rimandare il piacere accresce il desiderio e l’appagamento finale, e poi volete davvero togliere al suo ego la convinzione di avervi conquistato nonostante le vostre resistenze?

Altri consigli? Voi cosa avete combinato al primo appuntamento?

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter