Autore Sara Fabbri :: 15 Marzo 2015

Il massaggio sensuale porta tantissimi benefici all'organismo, visto che unisce tecniche erotiche con quelle base della pratica tradizionale.

Il massaggio sensuale

Categoria: 

Massaggiare il partner non è solo un ottimo preliminare per l’intimità, ma anche una graditissima coccola da regalare in momenti particolarmente difficili della vita dell’altro: se è molto stanco o stressato un bel massaggio fatto bene può essere un modo ottimo per sciogliere le tensioni e farlo rilassare.

Innanzitutto preparate l’ambiente; il partner dovrà essere nudo, perciò assicuratevi che non ci sia freddo. Per favorire il relax è anche possibile mettere della musica di sottofondo e preferire la luce soffusa delle candele, magari anche leggermente profumate alla salvia o alla lavanda.

In secondo luogo, procuratevi un olio per massaggi in modo che le vostre mani possano scivolare sulla sua pelle senza creare attriti e fastidi. Ottimo quello di arnica che favorisce la distensione muscolare, o anche l'olio di cocco.

Fate sdraiare il partner prono con un cuscino sotto il busto in modo che possa appoggiare la fronte distendendo la colonna vertebrale fino alla cervicale, con le braccia lungo i fianchi e i palmi verso l’alto.

Poi passate al massaggio vero e proprio: cominciate con movimenti molto leggeri e con poca pressione. Partite dalla base del collo con i palmi aperti e, avendo cura di non toccare le vertebre, ma rimanendo ai lati della colonna, accarezzate tutta la lunghezza della schiena fino al coccige e poi risalite. Dopodiché ricominciate dal collo e, sempre scendendo verso le gambe, fate dei movimenti dall’interno verso l’esterno, cercando di dare continuità al gesto. Anche in questo caso risalite verso la testa.

Una volta riscaldati i muscoli potete passare a una pressione un po’ più decisa, soprattutto in corrispondenza delle spalle, delle scapole e dei lombi. Fate dei movimenti circolari con i pollici e con i palmi, alternandoli alla tecnica dell’impastamento, ovvero il sollevamento e il pizzicamento della pelle. Una volta terminata questa fase tonificate i muscoli colpendo tutto il dorso in modo deciso, ma delicato, sempre procedendo dall’alto al basso e viceversa e dall’interno verso l’esterno.

Concludete, massaggiando le gambe e le braccia, prima impastando e poi sfiorando, avendo cura di non trascurare i palmi delle mani e le piante dei piedi e le dita.

Potete anche farlo mettere supino e concludere massaggiando la parte frontale delle spalle, il petto e la testa con movimenti e pressioni circolari; per il viso sarà più adatto lo sfioramento, anche in questo caso con gesti che vadano dall’interno verso l’esterno: dalla base del naso verso gli zigomi, dal centro della fronte verso le tempie, dal mento alle orecchie.

Al seguente link, troverete una panoramica degli effetti positivi del massaggio e le sue controindicazioni.

Facebook Comments Box