Ingoiare lo sperma fa bene: scopri il perché

Scopri perché ingoiare lo sperma fa bene alla salute, rallenta l’invecchiamento e riduce la probabilità di contrarre l’Alzheimer.
Ingoiare sperma

Durante il coito (detto anche amplesso o, comunemente, rapporto sessuale), la pratica sessuale maggiormente svolta è quella della “fellatio”, spesso accompagnata dalla eiaculazione, ovvero il momento di massimo godimento da parte dell’uomo: questo processo comporta la fuoriuscita, dall’organo genitale maschile, di un liquido che tutti noi conosciamo, ovvero lo sperma.

In questo articolo vedremo dunque quali sono i suoi benefici nel momento in cui viene ingoiato e anche alcuni consigli per renderlo più “saporito”.

Da quali sostanze è composto lo sperma?

È doveroso specificare cosa è lo sperma, prima di addentrarci nell’argomento: questo fluido di consistenza viscosa viene prodotto dalla pubertà (12-13 anni in media) ed è principalmente composto da enzimi ed ormoni; soltanto l’1% è formato propriamente da sperma.

Un liquido che migliora l’umore: l’esperimento fatto su 300 persone

Ingoiare lo sperma e le sue relative sostanze produce dunque dei benefici? Secondo le ricerche condotte nel “Dipartimento Psicobiologia” in Albania, questo liquido avrebbe un effetto più che positivo nell’umore delle donne che lo deglutiscono; su circa 300 persone prese come cavie, coloro le quali venivano a contatto con questa sostanza riscontravano un tasso di depressione minore rispetto a chi, invece, ne era in astinenza.

Un rimedio contro il cancro e l’invecchiamento

Lo sperma, oltre al beneficio sopracitato, può ridurre la possibilità di contrarre un cancro e rallenta l’invecchiamento della pelle: lo attestano degli studi condotti presso l’Università di Ganz, situata in Austria, dove è stata scoperta, all’interno del liquido biancastro, una molecola denominata “spermidina”.

Quest’ultima può addirittura evitare la malattia di Alzheimer, oltre a mantenere la pelle intatta nel tempo e favorire la crescita dei capelli (questo soprattutto in età avanzata, quando il nostro corpo necessita di questi stimoli).

“Il buongiorno si vede dal mattino”

Ingoiare lo sperma ha effetti benefici anche nell’ affrontare le ore di sonno notturne e il risveglio nella mattina successiva: secondo uno studio del 2015, nel liquido viscoso è contenuto un ormone naturale detto melatonina, il quale ha la medesima funzione di un sedativo a lungo termine, favorendo lo stimolo del sonno.

Inoltre, per le donne che hanno i cosiddetti “disturbi dell’eccitazione”, lo sperma può prevenire nella maggior parte dei casi lo stress mattutino, favorendo un risveglio piacevole e rilassante.

Consigli per migliorare il sapore del proprio sperma

Da ciò che è stato detto in precedenza, lo sperma ha delle funzioni terapeutiche, ma il suo sapore è sempre gradito da chi lo ingoia?

Ebbene, secondo un’indagine effettuata di recente, la maggior parte delle donne intervistate ha ammesso di ingoiare lo sperma solo per compiacere il proprio partner (le stesse hanno poi dichiarato che era il sapore molto amaro dello sperma a portarle a disgustare il liquido) o addirittura di voltarsi dall’altro lato al momento della eiaculazione.

Per evitare queste spiacevoli situazioni, è possibile ricorrere a delle semplici soluzioni:

  • Mangiare frequentemente l’ananas (l’alimento più consigliato dagli esperti), che conferisce allo sperma un sapore dolce ed invitante, e bere molta acqua (il che rende il nostro corpo anche più idratato);
  • Evitare vizi quali fumo, alcool, droghe ma anche cibi come la carne rossa e le uova, che assunti quotidianamente possono nuocere al sapore del liquido seminale;
  • Ricorrere all’uso di integratori (questa soluzione è consigliata qualora risulti difficile privarsi degli alimenti che rendono amaro il sapore dello sperma), che sono molto graditi da chi li acquista, poiché migliorano notevolmente il sapore e la quantità di liquido prodotto.

Accortezze da avere prima di far ingoiare il proprio sperma

Se da un lato lo sperma produce molti effetti benefici, dall’altro bisogna ricordare che ingoiarlo può mettere a rischio il proprio partner, essendo alta la capacità di contrarre malattie come HIV.

È doveroso, dunque, effettuare sempre controlli ed accertamenti.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter