Autore Sara Fabbri :: 21 Febbraio 2015

La moda primavera/estate 2015 sarà all'insegna degli anni settanta, con forti contaminazioni orientali, come kimono, frange e caftani.

Trend moda 2015

Categoria: 

Se la moda autunno/inverno è stata all’insegna degli anni Sessanta, l’estate si ispirerà ai Settanta e all’oriente, ecco quindi un fiorire di denim, caftani, righe, pantaloni a zampa di elefante, kimono, frange, trafori, suede, stivali sotto le gonne, foulard annodati al collo e gilet di pelliccia.

1. Il colore dell’anno che, in versioni personalizzate, attraversa, tra gli altri, le passerelle di Valentino e Louis Vuitton è il color marsala. In generale, i colori sono per lo più smorzati, lontani dalle recenti tendenze al fluo, neutri si riconferma il rosa cipria che aveva già spopolato sui cappotti invernali e si affermano il blu, il terra di Siena, l’ocra, l’azzurro cielo e il verde acqua e il crema. 

2. Le fantasie si compongono prevalentemente di fiori di ogni genere: che sia stilizzato in pattern optical, stampato, acquerellato, in stile giapponese, ricamato o psichedelico, quest’estate il floreale reinventa il romanticismo in modo moderno. Di grande tendenza anche le righe larghe, orizzontali, sia navy che rock’n roll. Tornano anche i pois, grandi per gli abiti da giorno, soprattutto nella declinazione nero su bianco, ma anche nella versione polka dot chic da sera come ad esempio nella collezione di Dolce e Gabbana

3. La parola d’ordine è vedo-non-vedo, che si tratti di tessuti impalpabili e trasparenti in strati sovrapposti, o di lavorazioni traforate, l’importante è creare l’illusione della nudità

4. Un must di questa primavera/estate sarà lo stile militare con grandi tasche applicate, divise, e tagli geometrici come ad esempio le morbide sahariane create per Chanel da Lagerfeld, oppure la rielaborazione in bianco di Victoria Beckam. Dal canto suo Marc Jacobs interpreta questa tendenza appropriandosi del verde militare e adeguandolo alla femminilità

5. Al capo opposto del militare troviamo ancora lo stile preppy che ripresenta varie interpretazioni delle camicette e gli abiti da Lolita delicati e leggeri, dalle tuniche ai vestiti abbottonati come camicie con colletti classici o alla coreana è il trionfo del cotone, del bianco e del Vichy, cioè il motivo a quadretti che fa tanto innocenza e ingenuità. 

6. Il denim ha prepotentemente invaso le passerelle di quest’anno, in modo particolare gli stilisti lo hanno scelto strappato, decolorato e ricamato e per vestire dalla testa ai piedi: giacche che segnano il punto vita, shorts, abiti ampi e comodi o eleganti e ricercati. 

E ora divertitevi ad abbinare, copiando e reinventando in modo personale le collezioni dei grandi stilisti con un po' più di consapevolezza delle tendenze più fashion del momento.

Facebook Comments Box